Checklist per il tuo sito web

Secondo Google, un sito web perfettamente funzionante sui dispositivi mobili è di fondamentale importanza per un’attività:

  • I siti ottimizzati per i dispositivi mobili giovano di posizioni più elevate nei risultati di ricerca
  • Le ricerche su dispositivi mobili costituiscono più della metà di tutte le ricerche effettuate su Google.com
  • I siti non ottimizzati per i dispositivi mobili hanno cinque volte più probabilità di essere abbandonati dai visitatori

Verifica il tuo sito web soprattutto l’esperienza mobile. Qui c’è un test per controllare se il tuo sito è ottimizzato per i dispositivi mobili –  test di ottimizzazione mobile.

Da metà giugno 2021, Google inizierà a utilizzare l’esperienza sulle pagine come parte dei loro sistemi di ranking.  Tieni presente che Google ha avviato l’indicizzazione della visualizzazione mobile nel marzo 2021. Il tuo telefono (o emulazione mobile) dovrebbe essere il tuo modo principale di visualizzare il tuo sito, come lo è per i tuoi ospiti.

Controlla se la connessione del tuo sito è sicura. HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) è un protocollo per la comunicazione su Internet che protegge l’integrità e la riservatezza dei dati scambiati tra i computer e i siti. Gli utenti si aspettano che l’utilizzo di un sito web online avvenga in modo sicuro e privato. Quindi se il tuo sito usa HTTP, è l’ora di eseguire la migrazione da HTTP a HTTPS!

Hai post/delle informazioni sul tuo sito che non aggiorni da più di un anno? Controlla i tuoi vecchi contenuti e controlla la tua presenza sui social. Prova ad aggiornare il tuo sito e i tuoi contenuti social per creare una fusione virtuosa tra testi e materiale fotografico.  

Certificato verde digitale – per l’estate!

AGGIORNAMENTO il 30.04.21

Il primo via libera è arrivato dove i parlamentari hanno approvato la loro posizione negoziale da portare avanti nelle trattative con il Consiglio. 


#DigitalGreenCertificate

In che modo contribuirà alla libera circolazione?

Il certificato verde digitale sarà accettato in tutti gli Stati membri dell’UE. Contribuirà a far sì che le restrizioni attualmente in vigore possano essere revocate in modo coordinato.

Quando viaggiano, tutti i cittadini dell’UE o i cittadini di paesi terzi che soggiornano o risiedono legalmente nell’UE in possesso di un certificato verde digitale dovrebbero essere esentati dalle restrizioni alla libera circolazione allo stesso modo dei cittadini dello Stato membro visitato.

Il certificato verde digitale è inteso ad agevolare la libera circolazione all’interno dell’UE. Non costituirà un prerequisito per la libera circolazione, che costituisce un diritto fondamentale nell’UE.

Caratteristiche principali del certificato

Un certificato verde digitale è una prova digitale attestante che una persona:

tick icon è stata vaccinata contro la COVID-19
tick icon ha ottenuto un risultato negativo al test oppure
tick icon è guarita dalla COVID-19.

Come si ottiene il certificato?

Le autorità nazionali sono responsabili del rilascio del certificato. Potrebbe, ad esempio, essere rilasciato dagli ospedali, dai centri di test o dalle autorità sanitarie.

La versione digitale può essere salvata su un dispositivo mobile. I cittadini possono inoltre richiedere una versione cartacea. Entrambe le versioni disporranno di un codice QR contenente le informazioni essenziali e di un sigillo digitale per garantire l’autenticità del certificato.

Prossime tappe

Il Parlamento europeo dovrebbe adottare la sua posizione nella plenaria del 26-29 aprile, dopodiché i negoziati interistituzionali inizieranno il prima possibile. Gli Stati membri hanno sottolineato il loro impegno a far sì che il quadro sia pronto entro l’estate del 2021.

Certificato verde digitale – per l’estate!

Click. 2021: Summit annuale di booking.com

Click., il summit annuale di booking.com per i partner in tutto il mondo, si è svolto online dal 16-18 marzo 2021. Per i leader di Booking.com è stata un’occasione per condividere con i partner tutte le informazioni necessarie per affrontare uno degli anni più critici nella storia del settore. Il loro obiettivo è di aiutare i partner a sentirsi ispirati, informati e pronti a sfruttare al meglio il 2021 e tutte le sue opportunità.

Di seguito potete trovare i video del summit di quest’anno:

Giorno 1: Come ricostruire il futuro insieme

Giorno 2: Porre le basi per una nuova era

Giorno 3: Il futuro è adesso

Click. 2021: Summit annuale di booking.com

Prezzi semplificati di AIRBNB

Avete sicuramente ricevuto la mail da Airbnb sui cosiddetti “prezzi semplificati“…

Cosa sono i prezzi semplificati?
Una tariffa unica che rimuove i costi del servizio a carico dell’ospite (fino al 20%) dal prezzo indicato sul portale Airbnb.

Che scelta avete come struttura ricettiva?
Potete scegliere tra 2 tipi di commissioni:
– Tariffa condivisa (split-fee pricing), nella quale la commissione di servizio viene condivisa tra host e ospiti (3% host | 20% ospiti);
– Tariffa semplificata (simplified pricing), nella quale l’intera commissione di servizio viene coperta dall’host (15% host | 0% ospiti).

Perché attivare i prezzi semplificati?
– Airbnb sostiene che avrete un aumento medio (osservato da Airbnb in Europa ma potrebbe variare a secondo dell’host) del 17% delle prenotazioni;
– Airbnb tende a promuovere annunci che implementano modifiche vantaggiose (prezzi semplificati) per la loro attività;
– La tariffa è allineata a quelle di altre OTA;
– La vostra proprietà sembrerà più attraente perché gli ospiti non dovranno più pagare i costi di servizio.

E’ davvero necessario?
Se siete connessi tramite channel, sarete obbligati a passare alla nuova struttura di commissione del 15%. Altrimenti potete scegliere fra le due opzioni.

E se non mi adeguo?
– Airbnb potrebbe applicare una modifica all’algoritmo di ricerca per avvantaggiare le strutture con i prezzi semplificati. Gli host con la tariffa condivisa potrebbero quindi venire penalizzati.

Qualche consiglio?
Se volete continuare a ricavare gli stessi importi che ricavavate prima con il modello “condiviso”, potreste aumentare i prezzi in modo da allineare Airbnb ai prezzi delle altre OTA (sicuramente li tenevate prima un po’ più bassi…).

Maggiori informazioni

Prezzi semplificati di AIRBNB

Turismo, laboratori digitali per addetti ed operatori per prepararsi alla ripartenza

Collaborare per promuovere le destinazioni della Toscana

Il ciclo di diciassette incontri partirà lunedì 25 gennaio. Appuntamento on line e partecipazione gratuita.

https://team.toscanapromozione.it/ 

Turismo, COVID-19 e nuove tendenze di viaggio (verso 2021)

Un articolo interessante da leggere dal Direttore di CST Firenze, Alessandro Tortelli.

Alcuni punti importanti dal suo discorso:

In Italia, Istat, ha registrato un calo del -58,2% di arrivi (pari a 39,4 mln in meno) e -53,3% di presenze (pari a 154,1 mln). I turisti stranieri sono diminuiti di oltre 70 punti, con un saldo negativo di oltre 116 milioni di pernottamenti. Gli italiani hanno contenuto la flessione intorno ai 36 punti, con una perdita di circa 60 milioni di pernottamenti. Solo i mesi di luglio (-49%) e soprattutto agosto (-26%) hanno regalato un po’ d’ossigeno.

… l’utilizzo sempre più diffuso delle nuove tecnologie per snellire processi come il check in-out, o per raccontare destinazioni turistiche, così come la tendenza a privilegiare luoghi al di fuori delle mete tradizionali, che, per motivi opposti, si stava affermando prima del Covid 19, in risposta al cosiddetto “overtourism”.

Nel breve periodo è ragionevole aspettarsi un turismo ancora molto attento al tema della sicurezza dal punto di vista sanitario, con predilezione per le mete di prossimità, legate alla natura e alle esperienze all’aria aperta.

Purtroppo la situazione è drammatica per gli operatori che devono far fronte alle perdite dei mesi scorsi: in questo è fondamentale, lo ripeto, che lo Stato faccia sentire concretamente la propria presenza con aiuti concreti. Dal loro punto di vista, però, può valere lo stesso discorso fatto per le destinazioni: lo stop forzato può aiutare gli operatori a ripensare l’offerta e il modo di presentarla, cercando di puntare soprattutto su unicità e tipicità.

Lotteria scontrini rinviata a febbraio 2021

PROMEMORIA
L’avvio della lotteria degli scontrini è stato spostato da un mese al 1 di febbraio 2021.

La lotteria nazionale degli scontrini è un concorso a premi gratuito, collegato allo scontrino elettronico. Ogni acquisto genera un numero di biglietti ‘‘virtuali’’ che consentono la partecipazione alla lotteria: ogni euro speso dà diritto a 1 biglietto virtuale, fino a un massimo di 1.000 biglietti per un acquisto pari o superiore a 1.000 euro.