Pubblicità nativa “native ads” di booking.com

  Vi riportiamo un articolo in spagnolo (qui in inglese) che descrive l’ultima novità da booking.com: l’introduzione della “pubblicità nativa” (native ads)* – un programma di marketing sulla sua propria piattaforma di distribuzione.

Sintesi

Il nuovo programma consenterà alle strutture ricettive di fare delle offerte basate sul modello CPC (costo per clic) per aumentare la loro visibilità nelle ricerche per destinazioni. La struttura vincitrice di tale offerta va direttamente alla seconda posizione della prima pagina dei risultati.

Definizione “native ads”

* La native advertising è “un formato pubblicitario creato specificamente per un determinato media sia dal punto di vista del formato tecnico sia dal punto di vista del contenuto (la creatività). L’obiettivo finale è quello di rendere l’annuncio pubblicitario meno intrusivo in modo che non interrompa la fruizione del contenuto che l’utente sta guardando, così da aumentare la percentuale di click e interazioni sull’annuncio“. [Wikipedia]

I formati più noti di native ads sono i promoted tweets di Twitter o i promoted posts di Facebook.

QUOVAI Checkpoint

Buona Domenica!

Mi piacerebbe che trovassimo il tempo per una call di valutazione/formazione/scambio di idee… cioè mi piacerebbe innanzitutto conoscerci se non ci conosciamo già… e poi parlare di come si è lavorato insieme quest’anno, delle vostre idee per migliorare il programma, di dove stiamo andando e quali sono le nostre prossime sfide e le novità che abbiamo in mente.

Se non ce la fate, non ci sono problemi, avremo altre occasioni, ma se avete tempo e disponibilità ho creato un calendario dove si possono prendere gli appuntamenti per i venerdì pomeriggio delle prossime settimane e dove potrete vedere quando c’è una fascia oraria “libera”.

Le prossime due date sono venerdì 22 e 29 di ottobre (il pomeriggio). Potete scegliere lo slot che è più comodo per voi cliccando sul link che vi abbiamo inviato via mail.

Vi  aspettiamo numerosi!

 

Preventivo è ora prenotabile direttamente da booking engine!

Il preventivo è ora prenotabile direttamente da booking engine.

Se per qualche motivo non voleste renderlo prenotabile, nella sezione opzioni è possibile smarcare tale opzione.

Si tratta di una funzionalità *** BETA *** da verificare con cautela in questa fase prima dell’invio.

 

Fatturazione, gestire i documenti è più semplice!

Abbiamo fatto alcune modifiche (grazie a chi ce l’ha suggerite 😉 ) che dovrebbero rendere più semplice il lavoro con i documenti fiscali.

1. Entrando nel dettaglio del documento da Fatturazione > Fatture emesseFatturazione > Ricevute fiscali e Fatturazione > Fatture ricevute, si vede immediatamente l’anteprima della copia di cortesia (per i documenti emessi) o della copia PDF in formato Assosoftware (per i documenti ricevuti):

2. E’ possibile vedere e scaricare l’anteprima PDF in 3 formati Copia di cortesia Quovai, Assosoftware e AdE (Agenzia Entrate)

3. E’ possibile scaricare un archivio di fatture PDF (max 10).

4. E’ possibile filtrare la finestra di ricerca documenti, entrare nel documento e tornare alla finestra di ricerca che rimane correttamente filtrata, questo dovrebbe velocizzare il lavoro notevolmente.

5. E’ possibile, dal dettaglio del documento, passare direttamente alla prenotazione associata (bottone verde)

Speriamo che le modifiche siano utili, dateci il vostro feedback!

Gli immobili destinati agli affitti brevi: a breve banca dati 

Come riporta Il sole 24 Ore del 29.09.21, ogni annuncio di affitto breve pubblicato online dovrà possedere un codice identificativo ed essere iscritto alla banca dati nazionale.

Il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia ha firmato il decreto ministeriale che disciplina la nascita di questa piattaforma che servirà per mappare le strutture ricettive e gli immobili destinati agli affitti brevi al fine di contrastare l’evasione nel settore turistico.  Il decreto attuativo ha già ottenuto parere favorevole del Garante per la privacy e nei prossimi mesi dovrà essere indetta una procedura pubblica per affidare la realizzazione della piattaforma.

La “banca dati” prevede che le unità destinate ad affitto breve presenti nel territorio nazionale vengano identificate secondo un codice identificativo (alfanumerico), da utilizzare in ogni comunicazione inerente all’offerta e alla promozione dei servizi all’utenza. Quest’ultimo obbligo – in base a quanto si apprende dalla bozza del decreto ministeriale – riguarderà i locatori di immobili con contratti di durata inferiore a 30 giorni, i titolari di strutture ricettive, i soggetti che esercitano intermediazione immobiliare e i portali telematici, pena la sanzione pecuniaria da 500 euro a 5.000 euro.

È previsto, infatti, che la banca dati indichi una serie di parametri idonei ad individuare la struttura ricettiva. Parametri come: la tipologia degli alloggi, l’ubicazione, la capacità ricettiva, gli estremi dei titoli abilitativi richiesti ai fini dello svolgimento dell’attività ricettiva, il soggetto che esercita l’attività, anche in forma di locazione breve, il codice identificativo regionale, o laddove questo non sia stato adottato, un codice generato dalla banca dati stessa.

Difficoltà di accesso al PMS per un problema di aggiornamento di Google Chrome

Attenzione! Per un recente problema di alcuni browser (es. Chrome su Macintosh) ci potrebbero essere problemi di accesso al PMS.

Il problema segnalato è relativo ad un numero limitato di utenti con particolari configurazioni hardware e software e browser non aggiornati.

Consigliamo a chi avesse problemi con Chrome di utilizzare FIREFOX.

Alcune vecchie versioni di Chrome non riescono a leggere il certificato SSL di Quovai PMS (questo da ieri 30 settembre) per un problema di un aggiornamento di Google Chrome.

Consigliamo agli utenti di usare Firefox (che comunque in generale è il browser certificato con Quovai PMS).

Per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci.

Supporto Quovai PMS

Consultazione pubblica – iniziativa sugli affitti di breve durata (UE)

Consultazione pubblica
Periodo per l’invio dei commenti
16.09.21 – 14.10.21  (mezzanotte (ora di Bruxelles))

Sommario

L’iniziativa mira a sviluppare una crescita responsabile, equa e affidabile degli affitti di breve durata, nel quadro di un ecosistema turistico equilibrato. Mira inoltre a garantire condizioni di parità per tutti i prestatori di servizi di alloggio e a rispondere alle numerose richieste delle parti interessate per un’azione a livello dell’UE in questo settore. Ciò comporterà l’offerta di soluzioni equilibrate per le città, le piattaforme e i prestatori – privati e professionisti – di servizi di locazione a breve termine, apportando nel contempo benefici in particolare alle piccole e medie imprese.

La Commissione vorrebbe conoscere il tuo parere

I commenti saranno prese in considerazione per sviluppare e perfezionare ulteriormente l’iniziativa. Per fare dei commenti:

Fine stagione 2021 (o quasi!) e guardiamo già alla prossima!

A breve molte strutture ricettive chiuderanno per la stagione o ridurranno notevolmente l’attività.

Suggeriamo di valutare le seguenti azioni con Quovai PMS.

  1. Chiusura stagione
  2. Movimenti nulli di ISTAT
  3. Channel manager
  4. Listino 2022
  5. Formazione

1. Chiusura stagione

Se da un certo punto della stagione in poi chiuderete le vendite per un periodo lungo, conviene introdurre una chiusura. Per introdurre la chiusura, si va sotto il menù Vendite e poi Chiusure.

Per modificare / cancellare o inserire delle nuove chiusure, premete su Nuovo:

Ricordatevi di indicare il motivo della chiusura (es. Chiusura stagionale, Chiusura per ristrutturazione, etc) se volete comunicarlo ai visitatori del vostro sito e booking engine. Verificate per sicurezza dopo qualche minuto sui canali (almeno su Booking.com) che la struttura sia effettivamente non disponibile.

2. Movimenti nulli di ISTAT

Per l’ISTAT, durante i mesi di chiusura, si devono inviare i Movimenti Nulli da Web Checkin (vale per le strutture che utilizzano Web Check-in).

3. Channel manager

Il channel manager (connessione alle OTA), continua naturalmente a funzionare e a sincronizzare i prezzi e la disponibilità su Quovai con quelli sui canali. Piccolo consiglio: verificate che i vari canali non riportino i prezzi di un anno su quello successivo perché potreste avere prenotazioni non desiderate. Nel caso il vostro listino sia già pronto contattateci per inviare un aggiornamento completo ai canali in modo da evitare questo inconveniente. Vi mostreremo come fare.

4. Listino 2022

E quindi appunto…preparate il vostro listino per il 2022 ed inseritelo prima di chiudere. Ricordatevi anche di cambiare le date di validità della tassa di soggiorno per il 2022 sotto Configurazione/Strutture/ISTAT e Tasse.

5. Formazione

Se volete una formazione assistita sulle varie funzionalità del PMS, scriveteci. In ogni caso vi contatteremo a breve per concordare una call di aggiornamento e startup della prossima stagione.

Buon lavoro (e un po’ di riposo)!

Cancellazioni inviate per errore da booking.com il 03.09.21

Sembra che booking.com abbia inviato il 3 settembre alcune cancellazioni su prenotazioni che invece sono ancora attive. Vi chiediamo cortesemente di verificare sull’extranet di Booking.com le cancellazioni del 3 settembre ed eventualmente di contattare il servizio clienti di booking.com.

Ecco di seguito il testo della mail ricevuta da alcune strutture:

Dear Partner,

We have been made aware that on Friday, 3 September 2021, between 16:00 and 18:00 CEST you may have received a cancellation email for some of your reservations. This email was sent in error due to a technical issue. Your reservations have not been cancelled and you can disregard that prior email.

We are very sorry for any inconvenience caused, and we are happy to inform you that the technical issue has been solved. The current status of your reservations can be double-checked in the extranet or Pulse, which we can confirm displays the correct information.

Thank you for your understanding,

Your Booking team