L’indicazione in fattura per il bonus vacanze

RICORDATE che non NON SIETE OBBLIGATI ad aderire alla convenzione bonus vacanze! Ricordate anche che tutto quello che scriviamo va sempre verificato con il vostro Commercialista!

Lo sconto per il bonus vacanze è utilizzabile nel periodo compreso tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2020.

E’ un credito da €150 per i nuclei composti da 1 persona, €300 per nuclei composti da due persone e €500 per le famiglie con più di due persone. 

L’80% del valore del bonus si ottiene come sconto sull’importo dovuto, il restante 20% viene recuperato come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi 2021.

PROCEDURA DA SEGUIRE
La struttura, per poter applicare lo sconto al momento dell’incasso, deve accedere all’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate con le credenziali Entratel o Fisconline rilasciate dall’Agenzia delle Entrate o mediante l’identità digitale SPID o la Carta Nazionale dei Servizi.

  • Accedi al sito: agenziaentrate.gov.it/portale
  • Entra nell’area riservata “Servizi per” → “Comunicare” → “Bonus vacanze”
  • Inserisci: codice univoco o QR code fornito dal cliente, codice fiscale e totale da pagare
  • Il sistema verifica la validità del bonus e applica lo sconto

CONSIGLIO NOSTRO
Emettere una fattura elettronica in modo da rilasciare un documento che attesti le vari voci della spesa del cliente.

Il totale del corrispettivo deve essere documentato con indicazione del codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito.

Piccolo video esplicativo su come fare una fattura per Bonus Vacanze con Quovai PMS – su richiesta

Facsimile di una fattura – su richiesta

MAGGIORI INFORMAZIONI
https://blog.quovai.com/index.php/2020/06/21/come-usare-il-bonus-vacanze-come-struttura-ricettiva/
https://agenziaentrate.gov.it/portale/comunicato-stampa-del-17giugno-2020

 

Come usare il Bonus Vacanze come Struttura Ricettiva?

Aggiornato il 27.06 con il codice tributo

NON SIETE OBBLIGATI ad aderire alla convenzione del bonus vacanze. La Guida dell’Agenzia delle Entrate specifica a questo proposito che: «per poter utilizzare l’agevolazione è necessario verificare preventivamente con il fornitore del servizio turistico  aderisca all’iniziativa e “accetti” il bonus».

PERIODO DI VALIDITA’
Lo sconto per il bonus vacanze è utilizzabile nel periodo compreso tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2020. 

IN CHE COSA CONSISTE
Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 17 giugno 2020, sono state definite le modalità di applicazione della disciplina del “bonus vacanze” introdotta con il “Decreto Rilancio”. 

E’ un credito da €150 per i nuclei composti da 1 persona, €300 per nuclei composti da due persone e €500 per le famiglie con più di due persone.

Il bonus vacanze viene erogato esclusivamente in formato digitale e deve essere speso dal cliente al momento del pagamento in struttura. L’80% del valore del bonus si ottiene come sconto sull’importo dovuto, il restante 20% viene recuperato come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi 2021.

PROCEDURA DA SEGUIRE
La struttura, per poter applicare lo sconto al momento dell’incasso, deve accedere all’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate con le credenziali Entratel o Fisconline rilasciate dall’Agenzia delle Entrate o mediante l’identità digitale SPID o la Carta Nazionale dei Servizi.

PERCORSO IN DETTAGLIO
Accedi al sito: 
agenziaentrate.gov.it/portale
Entra nell’area riservata “Servizi per” → “Comunicare” → “Bonus vacanze”
Inserisci: codice univoco o QR code fornito dal cliente, codice fiscale e totale da pagare
Il sistema verifica la validità del bonus e applica lo sconto

Da questo momento, l’operazione non può essere annullata, l’agevolazione si intende interamente utilizzata e non può essere più fruita da alcun componente del nucleo familiare, anche per l’importo eventualmente residuo rispetto alla misura massima.

Lo sconto è calcolato sul corrispettivo dovuto.

PER LA FATTURAZIONE (esempio: bonus di 500€)
– Se la vacanza costa 500€ e l’importo del bonus è 500€, lo sconto dell’80% deve essere calcolato su 500€ e sarà pari a 400€ di sconto sulla fattura del soggiorno, il 20% sarà pari a 100€ (da detrarre dall’imposta sul reddito dovuta per l’anno d’imposta 2020, esclusivamente dal soggetto intestatario della fattura), cioè il 20% di 500€.
– Se la vacanza costa 450€ e l’importo del bonus è 500€, lo sconto dell’80% deve essere calcolato su 450€ e sarà pari a 360€ di sconto sulla fattura del soggiorno, il 20% sarà pari a 90€ (da detrarre dall’imposta sul reddito dovuta per l’anno d’imposta 2020, esclusivamente dal soggetto intestatario della fattura), cioè il 20% di 450€.
– Se la vacanza costa 650€ e l’importo del bonus è 500€, lo sconto dell’80% deve essere calcolato su 500€ e sarà pari a 400€ di sconto sulla fattura del soggiorno, il 20% sarà pari a 100€ (da detrarre dall’imposta sul reddito dovuta per l’anno d’imposta 2020, esclusivamente dal soggetto intestatario della fattura), cioè il 20% di 500€.

COME RECUPERARE LO SCONTO DELL’80%
(a decorrere dal giorno lavorativo successivo alla conferma dell’applicazione dello sconto)
– CREDITO DI IMPOSTA:
il bonus si può usare in compensazione tramite modello F24 per il pagamento di ritenute alla fonte, Iva, contributi Inps, premi Inail, imposte sui redditi e Irap, Imu, tassa rifiuti e altri tributi locali. Il codice tributo è 6915.

“6915” denominato “BONUS VACANZE – recupero dello sconto praticato da
imprese turistico-ricettive, agriturismi, bed&breakfast e del credito ceduto – articolo 176 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34”.

In sede di compilazione del modello di pagamento F24, ai fini dell’utilizzo in compensazione del credito d’imposta, il suddetto codice tributo è esposto nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”, ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”. Nel campo “anno di riferimento” del modello F24 deve essere sempre indicato il valore “2020”.

– CESSIONE A FORNITORI:
il bonus si può cedere a fornitori di beni e servizi, istituti di credito e intermediari finanziari, comunicandolo attraverso l’area riservata dell’Agenzia delle Entrate.

IMPORTANTI PUNTI DA NOTARE
Il credito è utilizzabile da un solo componente del nucleo familiare e spetta a condizione che le spese siano sostenute in un’unica soluzione in relazione ai servizi resi da una struttura ricettiva.

Inoltre il totale del corrispettivo deve essere documentato con fattura o documento commerciale o con scontrino/ricevuta fiscale con indicazione del codice fiscale del soggetto che intende fruire del creditoL’agevolazione è utilizzabile da uno qualsiasi dei componenti del nucleo familiare, anche diverso dal soggetto richiedente, a condizione che risulti intestatario della fattura o del documento commerciale o dello scontrino/ricevuta fiscale emesso dal fornitore.

Il pagamento del servizio deve avvenire senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici (diversi da agenzie di viaggio e tour operator).

MAGGIORI INFORMAZIONI
https://agenziaentrate.gov.it/portale/comunicato-stampa-del-17giugno-2020

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2522862/risoluzione+F24+BONUS+VACANZE+DEF.pdf/f115ffc1-99c3-9fe8-fc9c-1a876c68e30b

Novità – Check-in online più configurabile e privacy

Abbiamo rilasciato le seguenti nuove funzionalità relative al check-in online:

1. E’ possibile decidere se l’upload dei documenti è richiesto e/o obbligatorio

Dalla configurazione / struttura è possibile impostare se l’upload dei documenti è richiesto e/o obbligatorio, sia per quello che riguarda il documento di identità che per il selfie di “autenticazione”.

Attenzione! Per default l’invio dei documenti è richiesto ma non è obbligatorio! Se volete modificare questa scelta fatelo da Configurazione / Strutture o chiedeteci di farlo per voi!

2. Viene inviata conferma, nel template dell’email di check-in online, delle scelte fatte in materia di privacy e protocollo COVID

Quando l’utente e la struttura ricevono rispettivamente la conferma e la notifica dell’esecuzione del check-in online le email riportano le informazioni relative alle scelte fatte in materia di privacy e accettazione del protocollo COVID. Questo per rendere il cliente maggiormente informato sulle proprie scelte e per fornire alla struttura un documento “digitale” di riscontro.

3. E’ possibile modificare il template dell’invito ad effettuare il check-in online

Andando in Configurazione / Carica valori predefiniti è possibile caricare tra i modelli modificabili anche il template della mail di invito al check-in online.

Una volta caricata tra i modelli modificabili potrete personalizzarla a piacimento e anche aggiungere allegati diversi per ogni lingua.

Novità – Voucher Salva Vacanza

Template voucher salva vacanza

Abbiamo caricato un template per il voucher salva vacanza in tre lingue: italiano, inglese e tedesco. Il template può essere utilizzato per inviare un voucher ai clienti che posticipano la loro vacanza ad un periodo successivo.

Per installarlo nel vostro ambiente andate in Configurazione | Carica valori predefiniti:

scegliete Voucher salva vacanza nella tendina dei messaggi da caricare e cliccate su Carica valori predefiniti.

Verificate se le nuove funzionalità possono essere di vostro interesse! Nel dubbio, contattateci.

Novità – Ospitalità contactless: gestione adempimenti COVID-19 con Quovai

Grazie a tutti i partecipanti al nostro webinar! Al link riportato di seguito troverete le slide della nostra presentazione:

….

Ricordiamo in breve le novità che vi possono aiutare nella gestione del Covid-19:

  • Check-in online per i vostri ospiti
  • Gestione pulizie configurabile con parametri personalizzati e “mini app” per il personale
  • Registro delle azioni
  • Protocollo Covid da accettare in fase di check-in online
  • Migliore gestione dei template con allegati

Per qualsiasi chiarimento siamo a vostra disposizione: ci teniamo che le nostre modifiche siano usate e quindi contattateci a supporto@quovai.com per qualsiasi dubbio o esigenza circa l’uso delle nuove funzionalità.

Mega call per programmare l’offerta per i prossimi mesi e puntare sulla Toscana

Mega call per programmare l’offerta per i prossimi mesi e puntare sulla Toscana come luogo dell’anima, dell’esperienza e del local.

Per approfondire:
https://bit.ly/estate2020intoscana
https://make.visittuscany.com/it/collabora/

Parte oggi la prima grande “call” dedicata agli operatori turistici della Toscana. Un’iniziativa innovativa unica in Italia che la Regione, attraverso Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana, ha ideato per sostenere il rilancio della destinazione Toscana sul mercato italiano nel periodo post Covid-19. Gli operatori turistici toscani sono invitati, infatti, a programmare nuove offerte per la stagione estiva 2020 in vista della campagna di promozione della Regione dedicata ai mercati di prossimità che prenderà il via a breve. Sarà visittuscany.com, sito ufficiale della Destinazione Toscana, a fare da collettore e vetrina di tutte le offerte che potranno essere inviate a partire da oggi.

Possono presentare offerte le seguenti categorie di operatori del turismo della Toscana come: agenzie di viaggio, tour operator, guide turistiche, ambientali o alpine, terme, strutture ricettive per un totale di circa 17.000 soggetti interessati. Possono aderire anche gli stabilimenti balneari e i ristoranti di Vetrina Toscana.

Adempimento legge toscana: Protocollo di sicurezza anti-contagio COVID-19

AGGIORNAMENTO del 13.05:

Adesso la procedura è stata semplificata: oltre che poterlo fare on line, all’indirizzo https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari, il protocollo potrà essere inviato per mail all’indirizzo di posta elettronica protocolloanticontagio@regione.toscana.it utilizzando i moduli allegati alla delibera. Non saranno accettati documenti inviati per Pec.

———————————————————–

L’ordinanza 48 del 3 maggio 2020 prevede la presentazione del Protocollo di sicurezza anti-contagio COVID-19.

I datori di lavoro hanno l’obbligo di redigere un protocollo di sicurezza anti-contagio che preveda l’impegno all’attuazione delle misure descritte nell’ordinanza al fine di garantire la sicurezza e la tutela della salute e dei lavoratori.

L’adozione del protocollo anti-contagio da parte del datore di lavoro è necessaria per lo svolgimento dell’attività; il protocollo anti-contagio dovrà essere compilato esclusivamente online sul sito della Regione Toscana: https://servizi.toscana.it/presentazioneFormularia partire dal 6 maggio 2020.

Per tutte le attività aperte alla data del 18 aprile 2020, per le quali non sia stato ancora trasmesso il protocollo secondo le disposizioni dell’ordinanza 38/2020, dovrà essere compilato il format on line all’indirizzo sopra riportato, entro la data del 18 maggio 2020; per le altre attività la compilazione del protocollo dovrà avvenire entro 30 giorni dalla riapertura. Coloro che hanno già inviato il protocollo secondo le disposizioni dell’ordinanza 38/2020, non devono compilare il format on line, ferma restando l’applicazione dei limiti, di cui alla presente ordinanza.

Il protocollo anti-contagio dovrà essere stampato e sempre reso disponibile presso l’attività per i controlli previsti dalla legge.

Potete farlo online con 2 modalità:

  • Se avete la CNS, la CIE e SPid ed un certificato di firma digitale, potete utilizzare questa piattaforma SUAP selezionando Provincia e Comune dove si svolge l’attività
  • Se non avete la CNS, la CIE e SPid e la firma digitale potete conferire una procura (allegando la carta di identità) a persona di vostra fiducia o ad un soggetto di vostra fiducia (commercialista, tecnico, operatore PMS, professionista, associazione di categoria, ecc.) che ne è in possesso, utilizzando questo modulo per la procura speciale.

WEBINAR: Gestire gli ospiti a distanza con Quovai in tempi di COVID-19

Cari gestori e proprietari di strutture ricettive,

In Quovai abbiamo affrontato l’emergenza COVID-19 predisponendo, grazie al contributo e ai suggerimenti di molti di voi, una serie di funzioni che vi aiuteranno a gestire gli ospiti a distanza, garantendo la massima sicurezza per loro, per voi e per i vostri collaboratori.

Al webinar di Venerdì 15 di maggio dalle 17.00 alle 18.00 presenteremo le novità di Quovai per la gestione dell’emergenza COVID-19, in particolare

  • check-in online
  • registro delle azioni
  • report pulizie potenziato
  • regolamento COVID-19

Ci auguriamo che vorrete partecipare. Ci farebbe piacere anche ricevere i vostri commenti e le vostre domande, se ne avete, prima del webinar.

Vi preghiamo di RISPONDERE a questa email per ottenere il LINK di accesso al webinar.

QUOVAI Staff

Novità – Creare le prenotazioni dai preventivi

Dopo aver creato un preventivo, è ora possibile, una volta ricevuto l’ok del cliente, creare le prenotazioni all’interno del tableau. Questo comporta due vantaggi:

1) Risparmiamo tempo
2) Tracciamo la relazione tra preventivi e prenotazioni convertite e questo ci dà la possibilità in futuro di fare delle statistiche sulla conversione dei preventivi dai vari canali

Come fare?

Quando avete il preventivo salvato con la o le proposte al cliente, è sufficiente compilare i dati del cliente all’interno della proposta (se non l’avete già fatto) selezionare il checkbox sulla proposta e cliccare su “Trasforma in prenotazione”.

La o le prenotazioni corrispondenti verranno create.

Di fianco alla proposta, all’interno del preventivo, appare il numero della prenotazione creata e due icone che servono per entrare nel dettaglio della proposta oppure andare al tableau con le date già impostate come nel preventivo.

Usare i preventivi per i gruppi

I preventivi, con questa nuova funzionalità, possono essere anche utilizzati per inserire velocemente le prenotazioni di gruppo, con i rispettivi nomi oppure con un nome singolo del capo gruppo, e poi crearle tutte in un colpo solo. Tutte le prenotazioni verranno “connesse” come se fossero un unico gruppo.

Inserimento clienti…

Creazione prenotazioni…

Vista sul tableau…

In nomi dei clienti reali possono essere poi inseriti all’arrivo.

Questa è una funzionalità su cui stiamo puntando molto e alla quale faremo ulteriori migliorie nel futuro prossimo (come per esempio la possibilità di modificare un gruppo di prenotazioni direttamente dalla scheda preventivo).

Flag “tutto pagato” e “da gestire”

Ci sono due nuove flag nella scheda della prenotazione che segnalano situazioni particolari o ne facilitano la gestione.

La flag Tutto pagato viene  impostata automaticamente (ma può essere anche impostata manualmente) quando tutti gli addebiti di una prenotazione sono pagati.

La flag Da gestire significa che bisogna fare qualcosa con la prenotazione e viene impostata quando arriva una nuova prenotazione dal channel.

Quando una prenotazione è marcata come “Da gestire”, la trovate nel box “In osservazione” nell’home page del PMS.

Questo comportamento va abilitato impostando l’opzione Marca le nuove prenotazioni channel come da gestire nelle impostazioni.