Novità: L’invio automatico delle schedine è attivo!

Dal tuo nuovo gestionale Quovai hai adesso la possibilità, comoda e risparmia-tempo, di comunicare direttamente e automaticamente le generalità dei tuoi ospiti al servizio Alloggiati della Polizia di Stato.

Come si attiva questo servizio gratuito?
Tu, come tutti gli utenti di Quovai, puoi configurare in pochi passaggi questa nuova funzionalità. Lo farai una volta sola, e non dovrai fare altro sino alla scadenza del certificato.

Come funziona?
Ogni giorno, tre volte al giorno, il tuo PMS ti invierà una mail di notifica con i dati delle schedine degli alloggiati ancora da inviare al servizio Allogggiati della Polizia di Stato.

Nella sezione Adempimenti > Invia schedine potrai visualizzare le schedine da inviare e con un solo click programmare l’invio al portale Alloggiati direttamente dal PMS. Riceverai una mail di conferma dell’invio avvenuto.

Potrai sempre controllare che tutto sia in ordine andando nella sezione Invio schedine del menù Adempimentio consultando lo Storico invii.

Novità: nuovo modalità di inserimento prezzi e disponibilità in linea

Dalla voce Prezzi e disponibilità, appare il listino.

Modalità di inserimento tradizionale/attuale: si scelgono 2 date e appare un modulo per inserire dei prezzi e della disponibilità.

NOVITA’ – Modalità inline: cliccando sul simbolo dell’euro, si apre un nuovo modalità che ci consente di cambiare i prezzi direttamente sulla linea. E’ molto comodo quando si vogliono cambiare pochi prezzi in un periodo di tempo abbastanza ristretto.

Cliccando invece sul simbolo dell’x, si apre un nuovo modalità che ci consente di aprire e chiudere la disponibilità con un semplice click.

Si può anche fare sul livello di channel manager!

Video YouTube

Comunicazione della PEC (obbligo – scadenza 01.10.20)

L’obbligo di comunicazione della PEC è una delle novità introdotte dal decreto Semplificazioni n. 76/2020.  1° ottobre 2020 è la scadenza per le imprese già costituite in forma societaria, che entro tale termine dovranno comunicare al Registro delle Imprese il proprio domicilio digitale qualora non l’avessero già fatto. Per le imprese che dovessero “saltare” la scadenza del 1° ottobre 2020 per la comunicazione della PEC, la sanzione prevista va da un minimo di 206 e fino ad un massimo di 2.064 euro.

Cliccate qui per trovare più informazioni 

Un marchio regionale per il Made in Tuscany: Valore Toscana

Riportato da: https://www.toscana-notizie.it/-/per-il-presidente-valore-toscana-%C3%A8-un-contributo-alla-salvaguardia-della-nostra-identit%C3%A0-regionale

Si chiama “Valore Toscana” ed è il logo destinato a diventare marchio collettivo per tutte quelle imprese che, per la qualità delle loro lavorazioni e dei loro prodotti, potranno avvalersene.

La Regione lancia “Valore Toscana” il logo per le imprese di qualità

 

Nel caso del nuovo logo “Valore Toscana” destinato a contraddistinguere aziende, prodotti e servizi realizzati e forniti in Toscana, per il presidente della Regione siamo di fronte ad un contributo alla salvaguardia e alla valorizzazione della identità toscana.

Presentando la proposta di logo che consegna alla nuova giunta, il presidente ha detto che questo lavoro, condotto nell’ambito del Patto per lo sviluppo siglato con tante realtà imprenditoriali, associative e sindacali, è stato sviluppato per fare in modo che non si abusi della parola Toscana da parte di chiunque, così come spesso avviene.

A suo giudizio sono la storia e le caratteristiche del suo sistema produttivo e del suo paesaggio che fanno della Toscana un marchio unico, che in finale di legislatura ha voluto cercare di codificare affidandone lo sviluppo alla nuova giunta. E’ convinto che possa essere interessante per molte imprese poter apporre questo marchio sui loro prodotti. E’ per questo che lo offre chi fa impresa toscana, e gli pare particolarmente bello.

Per potersene fregiare, dunque, chiunque produce e opera in Toscana, sarà chiamato a osservare poche e semplici regole quanto a rispetto dell’ambiente, al valore sociale delle produzioni, all’operare sul territorio toscano.

Novità: la nuova versione della nostra PMS è pronta

La nuova versione della nostra Property Management Suite (PMS+) è pronta: è iniziato il programma di beta test dedicato a un numero limitato di strutture.

Il nostro calendario di rollout
Dal 1 luglio 2020 abbiamo testato la nuova versione internamente adeguando la gestione dello schermo alle varie modalità di accesso (PC, tablet e smartphone) che non erano previste dalla versione precedente, che ha vissuto e servito molte strutture per oltre dieci anni.

Dal 1 settembre 2020 è iniziata la seconda fase, che durerà per tutto il mese di settembre: le strutture coinvolte nel programma di test utilizzeranno la nuova versione senza vedersi precluso l’accesso alla precedente e potranno così influenzare lo sviluppo della dashboard e dei nuovi strumenti di gestione.

Dal 1 ottobre 2020, una volta terminata la fase di test degli utenti selezionati, tutti potranno utilizzare la nuova versione di Quovai; la versione precedente sarà accessibile sino al 31 dicembre 2020. La nuova versione vi offrirà nuovi tool di analisi dei dati, migliorie nella user experience e una maggiore efficienza nel recupero dei dati che vi saranno presentati sullo schermo. I nuovi strumenti saranno disponibili solo nella nuova versione; sulla versione precedente non verranno fatte modifiche né altri interventi tecnici.

Dal 1 gennaio 2021 la vecchia versione verrà dismessa e sarà possibile usare solo quella nuova.

Alcuni dei vantaggi immediati della nuova versione:

  • abbandono della doppia autenticazione
  • migliore user experience per utilizzo su smartphone e tablet
  • utilizzo di un numero maggiore di parametri nella definizione dei piani tariffari (max stay, release e release inverso)

Alcuni dei vantaggi dal 31 ottobre

  • collegamento diretto con Servizio Alloggiati – Polizia di Stato
  • potenziamento dei grafici nella reportistica
  • segmentazione dinamica dei report

Partecipa anche tu al test di Quovai PMS+

Hai ricevuto questa email perché vorremmo che tu partecipassi al periodo di test della nuova versione di Quovai PMS+.

I tuoi suggerimenti e le tue considerazioni saranno presi in considerazione per migliorare l’interfaccia utente e dunque tu potrai influire sulla realizzazione dello strumento che utilizzerai per gestire la tua struttura. Avrai cosi a disposizione un software che sarà in grado di soddisfare meglio le tue esigenze nella gestione e nella reportistica.

Rispondi a questa mail con “voglio partecipare al test di Quovai PMS+” e ti invieremo le credenziali con cui accedere al sistema

Novità: BETA TESTING per Quovai!

Vorremmo che alcuni di voi cominciassero adesso ad utilizzare la nuova versione di Quovai.

Cos’è il beta testing “riservato”?
Il beta testing riservato si riferisce ad una fase di prova e collaudo della nuova versione del nostro gestionale Quovai, non ancora rilasciato ufficialmente. Per il beta testing riservato, abbiamo scelto ed
invitato un numero limitato di utenti a partecipare.

Cos’è il nostro scopo?
Lo scopo è di trovare eventuali errori, arresti, anomalie ed altre informazioni di sistema e di segnalarceli. Ovviamente le vostre idee sui possibili miglioramenti e sulle modifiche al design sono benvenute.

Cos’è la nostra premessa?
Il PMS dovrebbe essere nello stato di avere tutte le funzionalità complete per la nuova versione di rilascio. Il PMS dovrebbe essere stabile ma potrebbero esserci alcuni problemi che emergono necessariamente solo con l’utilizzo reale da parte dell’utente.

Quanto tempo dura il beta testing?

Inizia il 31 di agosto e finisce alla fine di settembre.

Per qualsiasi chiarimento contattateci a supporto@quovai.com

Novità: Nuove modalità di fatturazione per il bonus vacanze

La fattura per il bonus vacanze diventa più semplice

Abbiamo ricevuto alcune indicazioni e pareri riguardo alle modalità di fatturazione del bonus vacanze, per cui abbiamo deciso di fare alcune modifiche. Il tema è molto confuso, le indicazioni  dell’Agenzia dell’Entrate non sono molto chiare e i pareri dei professionisti sono quasi tutti diversi tra loro. Queste modifiche riteniamo che interpretino più correttamente la misura.

Cosa cambia?

La fattura diventa più semplice, si fa una normale fattura come quelle senza bonus vacanze, si mette la parte non pagata dal cliente nel corrispettivo non pagato e si riporta l’importo del bonus, al negativo, in un nuovo campo Sconto/Maggiorazione. La fattura elettronica conterrà una nuova voce ScontoMaggiorazione nella sezione DatiGeneraliDocumento:

<ScontoMaggiorazione>
<Tipo>SC</Tipo>
<Importo>400.00</Importo>
</ScontoMaggiorazione>

Vediamo come funziona praticamente.

1) Si fa una normale fattura

Importo del soggiorno es. 630€.

2) Si compilano i campi nel modo seguente:

  • campo “pagato”: il totale meno lo sconto bonus vacanze (es. 630 – 400 = 230€)
  • campo “non riscosso”: lo sconto bonus vacanze (es. 400€)
  • campo note: dicitura non obbligatoria “Sconto fattura “Tax Credit Vacanze” ex art. 176 D.L. n. 34/2020″
  • campo sconto/maggiorazione: il valore del bonus vacanze al negativo

3) Viene prodotta un’anteprima simile a questa:

4) Viene prodotta una fattura elettronica simile a questa:

Video esplicativo

https://www.youtube.com/watch?v=aQzkEXHThwE&feature=youtu.be&hd=1

E per le fatture già emesse?

Riteniamo che non ci siano problemi e che non sia necessario fare note di credito e riemetterle, ma per sicurezza vi chiediamo di consultare il vostro commercialista. La domanda da fare è “Ho emesso alcune fatture per bonus vacanze senza il campo ScontoMaggiorazione valorizzato con lo sconto, ma con lo sconto riportato nelle righe di dettaglio della fattura. Devo riemetterle?” Se la risposta fosse sì, vi aiuteremo a fare le NdC e a riemettere le fatture.

Booking.com – problemi tecnici (29 di luglio)

Booking.com oggi ha problemi e sta inviando alcune prenotazioni con l’importo a 1 (naturalmente si tratta di un valore fittizio, non sono prenotazione a 1€).
Si tratta di un problema del portale Booking.com su cui non abbiamo possibilità di intervenire, siamo stati informati dal nostro provider di connettività.
Per qualsiasi chiarimento contattateci a supporto@quovai.com

 

Novità: Opzioni camera (setup) nel report housekeeping

Opzioni camera (setup) nel report housekeeping

Nel report housekeeping vengono ora mostrate le opzioni camera (Gestione > Opzioni camera) anche dette setup o configurazione camera.

Tali opzioni possono essere impostate sulla prenotazione.

Nel report vengono ora mostrate anche le età dei bambini.